Tu sei qui

Altri progetti pedagogici inter-livello

Ambasciatori in erba - Dibattiti del Memoriale di Caen

Il Liceo parteciperà nella primavera 2016 per il secondo anno al progetto Ambasciatori in erba.

Creato dall'AEFE in collaborazione con l'UNESCO, il progetto Ambasciatori in erba offre agli allievi dei Licei francesi del mondo intero l'occasione di riflettere sul rinforzo sulla salvaguardia della pace nel mondo.

A Roma, numerosi allievi hanno manifestato il loro interesse ed il loro desiderio di rappresentare il Lycée Chateaubriand. Dopo previa selezione orale nel mese di dicembre, cinque allievi dalle elementari hanno partecipato alla finale Europa del Sud, che si è svolto il 9 marzo a Barcellona. Questi alunni affronteranno delle squadre provenienti dalla Spagna, dal Portogallo e dalla Turchia.

Avventura umanista, il concorso è un'occasione eccezionale per praticare un confronto orale, per incontrare giovani del mondo intero, per ascoltare confronti in francese, in inglese, e nella lingua del paese ospitante. Un'allegra Torre di Babele, il cui oggetto di riflessione sarà rivolto quest'anno alla "Diversità culturale ed alla creatività umana".

Quest'anno una delle nostre alunne è stata selezionata a Barcellona per integrare una squadra europea per rappresentare l'Europa del Sud alla finale di Parigi, alla sede dell'UNESCO.

ÉCO-LOGIS

L'attività pedagogica pilota (APP) eco-logis: L'habitat sostenibile si propone di favorire l'interlivello a sostegno di un progetto scientifico e tecnico collegato all' habitat ed allo sviluppo ecosostenibile, problematica mondiale inevitabile. Il lavoro realizzato si focalizza sulla realizzazione da parte degli alunni di una costruzione destinata all'habitat che sia rispettosa dell'ambiente. Questa APP si propone (i) di iniziare gli alunni della scuola materna, elementare e secondaria alle pratiche scientifiche ed in particolare alla pratica d'investigazione (ii) di aiutare gli insegnanti della scuola primaria a proporre delle attività sperimentali nell'ambito delle scienze fisiche e chimiche, delle scienze natuarli, e della tecnologia (iii) di stabilire un legame tra gli allievi dell'AEFE con livelli e scuole diverse grazie ad un progetto scientifico sullo sviluppo sostenibile.

Gli obiettivi pedagogici ed educativi previsti sono i seguenti:

  • creare un interesse per le scienza e le tecnologie

  • rinforzare i legami nella rete scolastica, tra la scuola primaria e secondaria (alunni e insegnanti) e tra le suole.

  • prendere coscienza della connessione tra tecnologia, le scienze fisiche, chimiche, della vita della terra e gli interessi sociali.

  • permettere agli alunni della primaria di fare sperimentazioni anche usando materiale del laboratorio di scienze della scuola secondaria.

  • sviluppare le conoscenze scientifiche e la padronanza della lingua francese

  • favorire l'interazione tra gli alunni (tutoraggio interlivelli)

  • sensibilizzare gli alunni e gli insegnanti alle questioni ambientali

  • favorire la creatività, l'iniziativa e l'autonomia degli alunni così come le loro capacità espressive

  • organizzare degli scambi con dei partners professionali locali.

Ce français qui est le mien


Sviluppare la nozione di francese lingua materna 2 attraverso dei progetti innovativi che mettano in relazione i fattori affettivi e l'apprendimento della lingua. Sviluppare interesse per la lingua francese.

Entrare nella sfera emotiva della lingua attraverso i sensi, attraverso le arti figurative.

Obiettivi pedagogici/educativi:

  • Superare la semplice lingua « utilitaristica » scolastica per andare verso una padronanza ed un utilizzo del francese come lingua propria, d’identità, intima, come un'autentica francofonia;

  • favorire le pratiche intime, ludiche, creative di scrittura e di lettura;

  • sviluppare l'utilizzo di strumenti digitali per sviluppare le 4 competenze (produzione orale, comprensione orale, produzione scritta, comprensione scritta)

  • Utilizzare i sensi per entrare nel cuore della lingua, parlare di sé e delle proprie emozioni.

Attività previste:

  • Monumento colore (progetto bilingue italiano francese)

  • Scoperta di un monumento di Roma in italiano (intervento di uno specialista di storia e di storia dell'arte) da ricollegare al programma di storia in francese;

  • A partire dal profilo di un monumento in nero, scegliere un colore e colorare il monumento;

  • Inventare una storia che si svolga nel monumento colore: rosa (una vita in rosa);

  • ABC del vivere insieme: creare un ABC del vivere insieme, è il tema del concorso dello SNUipp-FSU, in partenariato con Bnf, la Ligue de l’enseignement, la città di Parigi, gli editori Actes Sud junior e le Café pédagogique;

  • " Emosons " a partire dai suoni delle emozioni: loto-sonoro delle emozioni. Raccontarsi partendo da un certo numero di emozioni sonore. Illustrare la propria emozione, la propria storia.

Altre piste di lavoro a partire dai suoni:

  • Inventare una storia partendo da diversi suoni;

  • Interpretare una storia conosciuta e registrarsi; Mimare una canzone e filmarsi.

Condividere delle storie diversamente:

  • Creazione di borse album e scatole da storie per condividere le nostre letture:

  • Raccontare, registrarsi (collège / materna/elementare).

Produzioni previste:

  • Creazione di un cortometraggio ( canzone mimata “ la vie en rose “ );

  • esposizioni itineranti ( scatola per storie, monumenti colorati) con le classi implicate.

Classi implicate:

  • 1 PS

  • 4 MS

  • 3 GS

  • 2 CP

  • 3 Ce 1

  • 2 Ce 2

  • 2 Cm1

  • 2 Cm2

  • ALEF dal CP al CM2 ( circa 80 alunni)

  • 4 classi della scuola media

  • Alcune classi di italiano della scuola primaria per progetti

Projet Opéra: À la découverte de Cendrillon

Progetto inter-cycle raggruppante 25 classi - dalle classi materne alle classi di 6ème “À la découverte de Cendrillon de Charles Perrault à Rossini”.

Progetto di 670 alunni circa in collaborazione con l'associazione musicale EUROPAINCANTO.

Spettacolo a maggio al teatro ARGENTINA di ROMA.

Giardino pedagogico

Seguire l'evoluzione delle colture (che si trovano in un orto per esempio)che necessitano di poca manutenzione. Il giardino/orto pedagogico del liceo, che si trova nel parco di Strohl-Fern vicino alla Grande Porta, sarà gestito seguendo l'agricoltura integrata e o biologica. Più in particolare saranno applicate l'agricoltura del non agire inventata dall'agricoltore e microbiologista giapponese M. Fukuoka e l’agro-ecologia di Pierre Rabhi.

Obiettivi: integrazione di alcuni aspetti dello sviluppo sostenibile in più livelli dalla scuola primaria e permettere di far lavorare insieme alunni di livelli diversi.

Chato Verde

L’obiettivo generale di questa giornata è di promuovere una dinamica eco-cittadina nella scuola. Dei lavori incrociati di sensibilizzazione, di messa in opera di progetti, di azioni mirate o più durature tra diverse discipline partendo da premesse legate alle problematiche ambientali attuali che mostrano le loro implicazioni prevedibili in tutti gli ambiti, che saranno probabilmente considerate (dai paesaggi naturali alle popolazioni umane). Si tratta di favorire, in particolare tra i nostri alunni, protagonisti di domani, la presa di coscienza della necessità di “fare altrimenti” per il bene delle aree.

Orchestra di Chateaubriand: "Mezzoforte"

L’orchestra è un appuntamento di due ore aperta ai musicisti principianti o avanzati che desiderano condividere la passione per la musica.

Tutti gli strumenti sono benvenuti:

  • chitarra;

  • violino;

  • alto;

  • violoncello;

  • flauto traverso;

  • haut-bois;

  • clarinetto;

  • trombetta;

  • trombone;

  • coro;

  • sassofono;

  • pianoforte.

Colloque Storia dell'arte

L'obiettivo del colloque è di permettere agli alunni di ogni età di esprimersi su un'opera artistica a partire da un tema imposto (dal 2009: il mostro, il corpo, il ritratto, la memoria, e dal 2016 il paesaggio). Con piccoli interventi di alcuni minuti gli alunni presentano, criticano, interagiscono con opere di epoche e stili diversi (analisi di opere, realizzazione di piccole creazioni...). Principalmente mirato al secondario, ha vocazione di fare partecipare anche le classi delle medie e delle elementari (dalla GS al CM2).

Concorso Castor

Il concorso Castor (castoro) ha l'obiettivo di far scoprire l'informatica e le scienze del numerico ai giovani. IL concorso copre vari aspetti dell'informatica: informazione e rappresentazione, pensiero algoritmico, uso delle applicazioni, struttura di dati, giochi di logica, informatica e società.

(CM2 - 6ème - 5ème - 4ème)

Pedagogia